I maschi vengono da Marte

I maschi vengono da Marte

I maschi, si sa, vengono da Marte e le femmine da Venere.

Non ho mai capito così tanto questo detto quanto ora che ho due figli. Maschi ovviamente.

Fino a qualche mese fa mi ero illusa che potesse essere tutto coccole e affetto (del resto, mi dicevo, sono fratelli e si amano, si sono amati a prima vista), poi è successo…

E’ bastato che il piccolo 1enne assumesse la posizione eretta che tutto è cambiato! Pietro ha capito che suo fratello non è semplicemente un simpatico soprammobile utile solo a far compagnia alla sua collezione di peluche, ma qualcuno con cui giocare a calcio e “alla lotta” come dice lui. Solo che il 3enne riguardo alla lotta ha fatto un piccolo errore di valutazione!

Nonostante abbia due anni in meno, Cesare pesa praticamente come lui, e non ha tutta questa delicatezza nei modi e nelle maniere, per cui Pietro finisce, quasi sempre, bloccato al tappeto.

Allora per darsi un tono, corre in camera e va a mettersi la felpa da dinosauro che, mi dice con una tenerezza infinita, lo fa sentire tanto forte.

Alla fine della giornata, quando è ora di andare a letto, i due “lottatori” si calmano e tornano ad essere “fratelli”, ma solo per un po’… giusto per ricominciare a fare i “maschi” il mattino dopo!

D’altronde vengono da Marte!

3 Commenti

  1. Fin che lottano solo….il problema è quando si menano di sano gusto…

  2. Condivido pienamente come hai descritto i tuoi “ometti” visto che anch’io ho due maschi, anche se un po’ cresciuti… ormai hanno 15 e 20 anni; ma ti assicuro che non finiranno mai di “lottare” o giocare insieme e prima di andare a letto si calmano un po’ giusto per ripassare o leggere!!! Non smetterò mai di dirgli che e’ così che manifestano il loro amore solo perché…vengono da Marte!!!

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001.

Pin It on Pinterest

Share This