Ricomincia la scuola

Ricomincia la scuola

Settembre è arrivato con la sua carovana di novità, impegni e progetti nuovi da cominciare.
Tra le novità c’è che quest’anno dovrò organizzarmi per la prima volta con due bambini da portare a scuola, non più solo Pietro. Il “grande” infatti ha iniziato il primo anno di scuola materna, mentre Cesare (o Cece come lo chiama il fratello), comincerà a breve l’asilo nido. Purtroppo non hanno ancora l’età per frequentare lo stesso istituto, per cui questo vorrà dire che dovrò svegliarmi all’alba per far quadrare orari, partenze, ritiri ecc.

Sarà che è per me la prima volta, ma mi sembra che ci voglia un’organizzazione quasi scientifica per riuscire a fare tutto. Ho già calcolato tutto il tragitto nei minimi dettagli, calcolando i tempi per non fare arrivare troppo in anticipo uno o troppo in ritardo l’altro, mi manca solo il cronometro e posso dirvi quanti secondi ci metto a fare il mio pit stop “metti e togli dai seggiolini”.

Che poi in linea d’aria le due scuole sono abbastanza vicine, ma in macchina, tra sensi unici, strade pedonali e corsie preferenziali, ti fanno fare prima il giro turistico della città. Dovrò trasformare la mia Pandina in una specie di scuolabus, lasciare prima Cesare al nido, salire su, salutarlo affettuosamente ma abbastanza velocemente, sperando non mi rimanga attaccato alla gonnella urlando disperato, risalire in macchina, dirigermi verso la scuola di Pietro, trovare parcheggio, accompagnarlo su, salutarlo affettuosamente ma abbastanza velocemente, correre verso la macchina (che sicuramente avrò lasciato in divieto di sosta) e piombarmi al più presto in ufficio. Già mi sento Carlo che mi urla “veloceeee”. Tutto questo dimenticandomi ovviamente ciabattine, asciugamanino, o qualche pezzo di ricambio, a seconda della giornata. E questo iter dovrò ripeterlo anche al contrario, quando esco dal lavoro nel pomeriggio e torno a prenderli per poi riportarli a casa.

L’unica cosa che mi risolleva , in questa corsa a ostacoli, è che quantomeno non dovrò pensare a cosa preparare per cena!

4 Commenti

  1. E non è già fantastico??? È una gran cosa, fattelo dire, dalla mamma di due maschietti di 12 anni, che finalmente cominciano ad andare da soli a tennis e calcio!
    Mi raccomando di non dimenticarti di darci dei suggerimenti per la cena! Liana

  2. Auguri x il piccolo che presto anche lui diventera’ grande. E be con due figli da portare a scuola si deve correre ancora di piu col passo, da una parte sei fortunata xche sono solo due io ho quattro piccoli terremoti che anche se mi organizzo e calcolo gli orari al secondo esce sempre qualche imprevisto, pero tutto questo mi piace comunque e per loro che ci alziamo la mattina

  3. “Mancano 5 minutiiiii”… Mi sembra di sentire tuo marito che te lo urla…. Mamma mia che ansia Rosa!!!! Siamo tutte nella stessa barca… Arriveremo a giugno esaurite!!!

  4. Ci vuole organizzazione scientifica che, praticamente tutti i giorni, andrà a farsi benedire …. :) il mio motto mattutino e’: “daiiiiiii, daiiiiiiiii, daiiiiiii …. Tu scarpe, tu prendi lo zaino, il sacchettttttoooooooo dell’asilo ! ” e poi immancabilmente salgo in macchina e … Risalgo a casa! Forza! Siamo con te! :)

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001.

Pin It on Pinterest

Share This