Cucina parlante: un regalo anche per me?

Cucina parlante: un regalo anche per me?

Quest’anno le mie amiche hanno avuto la brillante idea di regalare per il compleanno di Pietro e Cesare una cucina parlante, come se non bastasse avere in casa uno che già parla di cibo tutto il giorno. Il risultato è che i miei figli la adorano e passano gran parte del loro tempo ad aprire e chiudere forni e a tostare fette di pane.
L’unica cosa positiva, mi sono detta, è che in assenza di Carlo, ci sarà qualcun’altro in casa ad avere dimestichezza con i fornelli.
A pensarci bene, le mie amiche hanno fatto un regalo più a me che a loro.

Cucina parlante - Casa Cracco

 

7 Commenti

  1. :-) stupenda idea, secondo me! Loro giocano, il papà li può aiutare…ed in più imparano…. :-)

  2. Le “zie” hanno sempre delle idee fantastiche!!!!

  3. Se iniziano ad avere dimestichezza coi fornelli già in così tenera età, finiranno per superare il padre 😉

  4. Ciao!! Mia figlia c’è l’ha da ormai due anni e si diverte un mondo… un consiglio… ricordati sempre di spegnerla o ti ritroverai a saltar nel letto in piena notte xche il cane l’ha toccata dentro ed è partita la canzoncina in i inglese! !!!

  5. I miei tre figli ci hanno giocato sempre tantissimo e la piccola che ora ha sei anni adora i programmi di cucina! Che io abbia trovato una sostituta?? magari !!

  6. Stupenda idea stupendi bambini

  7. Stupendi bambini

Invia commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001.

Pin It on Pinterest

Share This